Cimice verde

Nome latino: Nezara viridula

Categoria: Insetti

Sintomi

In primavera le cimici adulte si nutrono di giovani foglie. All'inizio dell'estate, dopo la schiusa delle uova, le neanidi cominciano a nutrirsi provocando, su svariati generi di piante, macchie clorotiche di color giallo marrone seguite da avvizzimenti e disseccamenti fogliari che determinano un grave danno estetico e funzionale venendo a mancare, in casi di infestazioni gravi, il rinnovo della corona fogliare. Le cimici adulte, come le nanidi, sono abbastanza mobili nell'ambiente quindi si possono avere danni in una vasta zona. Gli adulti alati possono spostarsi anche per alcuni chilometri.

Ciclo biologico

In primavera, dopo lo svernamento, i maschi e le femmine si accoppiano. Successivamente le femmine adulte depongono a placche tra le 50 e le 100 uova di color biancastro grandi due millimetri circa. Dopo un paio di settimane nascono le neanidi, di colore nero con macchie biancastre ai lati del dorso. Lo sviluppo successivo è quello di ninfa, di colore verdastro con macchie dorsali rosse e bianche. La loro lunghezza raggiunge i 10-15 millimetri. Lo sviluppo finale è quello di adulto, di colore verde, lungo tra i 15 e i 20 millimetri e dotato di ali. Nel corso dell'anno si hanno di norma due generazioni. Gli adulti svernano sotto cumuli di foglie, dentro pile di legna o tra la corteccia degli alberi.

Causa

Presenza di adulti svernanti nelle vicinanze.

Prevenzione

Cercare di ridurre i luoghi nei quali gli adulti possono svernare. Nel caso si abbia una pacciamatura invernale, eliminarla all'inizio della primavera.

Lotta

La lotta a questo insetto é prevalentemente di tipo agronomico e consiste nel creare falsi ripari invernali per gli adulti, per esempio lascinado sterpaglie sul terreno e bruciarle a fine inverno prima dell'uscita degli adulti. La lotta chimica si effettua unicamente in casi di gravi attacchi e consiste nel trattare contro gli adulti nei primi giorni di presenza sulle piante e successivamente sulle neanidi con degli insetticidi. È sempre preferibile, quando possibile, l'uso di metodi compatibili con la lotta biologica. Quando questo non è fattibile, utilizzare un prodotto omologato che si trova nella lista cliccando sul link seguente: prodotti
ATTENZIONE! Questi prodotti possono anche essere molto tossici e dannosi per la salute e per l'ambiente. Meglio quindi affidarsi nell'uso degli stessi ai consigli e all'intervento di un professionista del settore.

Ausiliari

Anastasus bifasciatus, Gryon spp., Oencyrtus spp., Telenomus spp, Triscoleus.

Osservazioni

E' possibile la confusione con Palomena prasina. Nezara viridula si riconosce per 3 punti gialli sul dorso.

Insetto molto polifago, esistono più di 30 famiglie ospiti, in particolare: Nocciolo, Quercia, Castagno ed altre essenza ornamentali.

Piante ospiti
Castagno Nocciolo Quercia Piante da giardino ornamentali