Cocciniglia cotonosa degli agrumi

Nome latino: Icerya purchasi Maskell

Categoria: Insetti

Sintomi

Il danno di questo insetto si manifesta sulla pagina inferiore delle foglie, sui rami più giovani e sui peduncoli dei frutti. Le neanidi, munite di un apparato boccale pungente-succhiatore, si nutrono della linfa che sottraggono alla pianta tramite punture con conseguente rallentamento dello sviluppo delle piante e la caduta prematura delle foglie. Le ferite delle punture sulla corteccia possono rilasciare linfa, ed infine l'abbondante produzione di melata che imbratta foglie e frutti determinano anche la comparsa di fumaggine. In assenza di ausiliari che ne controllano la popolazione, questa cocciniglia si moltiplica rapidamente dando un aspetto innevato alle piante. In casi di gravi attacchi le piante deperiscono fino alla morte.

Ciclo biologico

La cocciniglia cotonosa è una specie ermafrodita, le femmine si autofecondano. Il corpo della femmina è di forma ovale, lungo 4-5 millimetri, carenato dorsalmente e la sua trasparenza lo rende di colore rosso sangue per l'abbondante presenza di pigmenti rossi nell'emolinfa. Da tutto il corpo si formano dei filamenti cerosi che si estendono sul corpo ricoprendolo di uno strato ceroso biancastro che maschera parzialmente il suo colore rosso. Alla fine della crescita, la femmina produce un vistoso ovisacco ceroso che parte dalla zona centrale dell'addome e si prolunga posteriormente. L'ovisacco, caratteristico di questa specie, assume una forma ovoidale e convessa, è di colore bianco e mostra 16 solchi longitudinali dorsali. In febbraio avviene la produzione di uova nell'ovisacco delle femmine, dalle 400 alle 800, da quelle fecondate nascono delle femmine e da quelle non fecondate nascono dei maschi. Ad inizio primavera compaiono le neanidi della Ia generazione e ne seguono altre due, in giugno e in settembre. Il giorno dopo la loro nascita, le neanidi si fissano alle piante, preferibilmente sulla pagina inferiore delle foglie. Le neanidi sono di colore rosso-arancio alla nascita, a forma ovoidale appiattita, con il passare del tempo si ricoprono di uno strato di cera bianca. Secernono dei tubi cerosi, lunghi e fragili, che allontanano la mielata prodotta. Icerya purchasi può svernare in tutti gli stadi di sviluppo, per la maggiore sverna come larva al terzo stadio di sviluppo. Il maschio, che compare solo saltuariamente, è un insetto alato di colore giallastro.

Causa

Presenza di larve svernanti nelle vicinanze.

Prevenzione

Se si osservano delle piccole colonie isolate, si consiglia di eliminarle manualmente.

Lotta

Nelle zone di coltivazione intensiva di agrumi la cocciniglia cotonosa viene controllata regolarmente ed efficacemente da un coleottero australiano che é stato introdotto abbondantemente, Rodolina cardinalis. In Italia è introdotto dall'Istituto di Entomologia Agraria dell'Università di Napoli. La lotta chimica si rende necessaria nelle zone dove questo insetto non é presente. La lotta chimica contro questa cocciniglia si può attuare, come per la maggior parte delle cocciniglie, con l'utilizzo di insetticidi che agiscono per asfissia. I prodotti più indicati sono gli oli minerali miscelati con insetticidi da applicare nel periodo della schiusa delle uova poiché la maggior sensibilità dell'insetto si ha allo stadio di neanidi mobili. È sempre preferibile, quando possibile, l'uso di metodi compatibili con la lotta biologica. Quando questo non è fattibile, utilizzare un prodotto omologato che si trova nella lista cliccando sul link seguente: prodotti
ATTENZIONE! Questi prodotti possono anche essere molto tossici e dannosi per la salute e per l'ambiente. Meglio quindi affidarsi nell'uso degli stessi ai consigli e all'intervento di un professionista del settore.

Ausiliari

Rodolia (Novius) cardinalis, Aphytis melinus, Aphytis holoxanthus, Coccophagus lycimnia.

Osservazioni

Piante ospiti: Agrumi, Pittosporo, Acacie, Ginestre, Pelargonio, varie ornamentali e ortive in serra.

Piante ospiti
Geranio zonale Arancio Geranio cascante Limone Pompelmo Mandarino Pittosporo Mimosa Ginestra