Limacce

Nome latino: Arion spp., Deroceras spp., Limax maximus, Agriolimax agrestis L.

Categoria: Molluschi

Sintomi

Le parti aeree delle piante colpite presentano delle erosioni da nutrizione più o meno importanti sul lembo fogliare (generalmente le nervature rimangono intatte). Sulle piantine giovani un attacco intenso può provocarne la morte. I segni del passaggio di limacce sono caratterizzati da delle strisce di muco translucido (argentato). Nella parte sotterranea delle piante i danni sono costituiti da cavità scavate nei rizomi e nei bulbi, talvolta anche a livello del colletto.

Ciclo biologico

Esistono diversi tipi di limacce, di colore e grandezza molto variabile. La specie Agriolimax agrestis è di colore marrone chiaro o grigio scuro ed è lunghe dai 3 ai 7 cm. La specie Limax maximus, nota come lumacone, ha delle dimensioni notevoli, può raggiungere i 19 cm di lunghezza ed è di colore grigio-nero. Le specie del genere Deroceras sono delle lumache di piccole dimensioni molto diffuse nelle serre. Infine le specie appartenenti al genere Arion sono di color nero o grigio e misurano dai 2 ai 4,5 cm.
Le limacce sono ermafrodite (sullo stesso individuo sono presenti organi riproduttivi maschili e femminili) e hanno una durata di vita di 8-12 mesi. In ottobre-novembre depongono dalle 300 alle 500 uova nello strato superiore del terreno o nello strame. Le uova sono rotonde e trasparenti, si schiudono in primavera a delle temperature tra 5°-20°C e con umidità relative molto alte. Nell'arco dell'anno si susseguono 2-3 generazioni. L'attività delle limacce é strettamente legata all'umidità dell'ambiente, in condizioni di siccità la loro attività è inesistente. Per questo generalmente escono dai rifugi per nutrirsi durante la notte, ma in caso di giornate uggiose sono presenti anche durante il giorno.

Causa

Presenza di uova nel terreno e forti umidità causate da periodi di piogge.

Prevenzione

Esistono numerosi sistemi per prevenire gli attacchi delle limacce. Fondamentale è la gestione dell'umidità del terreno, le limacce in tutti gli stadi di sviluppo sono sensibili alla siccità. Eliminare le erbacce, le foglie morte al suolo e tutti i resti vegetali in decomposizione che assicurano un rifugio durante il giorno. Un'altra strategia consiste nel tenerle lontane dalle nostre piante disponendo sul terreno dei materiali sui quali non si spostano volentieri poiché ne provocano la disidratazione. Ad esempio si possono disporre la cenere, la segatura del legno, i gusci delle uova sbriciolati, gli aghi delle conifere, la polvere di roccia, eccetera. Si possono pure posare delle barriere fisiche come dei bordini di plastica con il risvolto all'estremità superiore oppure dei bordini con delle superfici ruvide. In casi di forti attacchi negli anni precedenti è possibile attivare una disinfestazione del terreno utilizzando dei prodotti con azione caustica e disidratante come calce.

Lotta

La lotta diretta contro le limacce può essere di tipo meccanico o chimico. Nelle giornate di pioggia si possono raccogliere manualmente le limacce e allontanarle dal giardino. Quest'operazione dev'essere eseguita regolarmente. Per attirare le limacce si può posare delle bacinelle riempite di birra nelle quali cadranno e annegheranno. Un'altro sistema per attirare gli adulti è quello di distribuire in giardino delle esche come dei pezzi di patata di cui sono ghiotte. La lotta chimica invece conta numerosi prodotti limacidi formulati generalmente da esche alimentari avvelenate da distribuire in modo localizzato in prossimità delle piante. È sempre preferibile, quando possibile, l'uso di metodi compatibili con la lotta biologica. Quando questo non è fattibile, utilizzare un prodotto omologato che si trova nella lista cliccando sul link seguente: prodotti
ATTENZIONE! Questi prodotti possono anche essere molto tossici e dannosi per la salute e per l'ambiente. Meglio quindi affidarsi nell'uso degli stessi ai consigli e all'intervento di un professionista del settore.

Ausiliari

Alcuni coleotteri sono predatori di uova e adulti. I ricci sono ghiotti predatori di adulti.

Osservazioni

Sono da considerare anche i danni causati dalle lumache appartenenti alla famiglia degli Elicidi, le quali sono caratterizzate da una tipica conchiglia a spirale sul dorso (chiocciole). In particolare il genere Helix (Helix pomatia) comprende delle lumache fitofaghe che provocano danni simili alle limacce e che vengono controllate, se necessario, in modo simile. Se sono presenti nei nostri giardini in numero ridotto, si consiglia di raccoglierle e portarle nel bosco.

Piante ospiti
Fiori Ortaggi Piante coltivate in serra Piante erbacee perenni