Filo rosso

Nome latino: Leatisaria fuciformis (Corticium fuciforme)

Categoria: Funghi

Sintomi

Gli attacchi di Leatisaria fuciformis si manifestano con macchie gialle-rosse circolari o irregolari che possono distendersi fino ad un diametro da 5 a 50 centimetri. Questo fungo colpisce unicamente le foglie delle graminacee producendo un micelio rosato o rossastro che riveste la lamina fogliare. Le foglie attaccate deperiscono velocemente per poi morire alcuni giorni dopo l'attacco. Il filo rosso é una malattia che interviene in primavera e autunno quando la crescita delle piante é ridotta.

Ciclo biologico

Il fungo sverna come sclerozio (strutture generalmente sferiche costituiti da ife) su foglie infette o nel feltro. Queste forme di conservazione permettono al fungo di resistere a temperature estreme (da 32°C a -20°C) e, in caso di siccità, di sopravvive fino a due anni. Lo sviluppo della malattia inizia quindi in primavera dagli sclerozi e con un clima fresco e piovoso si propaga formando spore (artroconidi) che si diffondono anche su lunghe distanze tramite l'acqua, il vento, le operazioni colturali o con il calpestio. La germinazione delle spore e il successivo sviluppo del micelio necessita un leggero strato di acqua sulla superficie fogliare.

Causa

Presenza di inoculo nel tappeto erboso, sul feltro oppure su foglie infette.

Prevenzione

Il filo rosso é favorito da un'insufficiente concimazione azotata e potassica, da periodi di prolungata bagnatura fogliare, da zone d'ombra e da specie poco resistenti come le festuche e i logli. Con una buona gestione del tappeto erboso possiamo quindi ridurre il rischio d'attacco. La diffusione di questa malattia può essere limitata con l'eliminazione delle parti colpite e l'evacuazione dei residui dello sfalcio.

Lotta

Normalmente la buona gestione agronomica del tappeto erboso è sufficiente per controllare questa malattia. In casi molto gravi si deve intervenire con fungicidi.
È sempre preferibile, quando possibile, l'uso di metodi compatibili con la lotta biologica. Quando questo non è fattibile, utilizzare un prodotto omologato che si trova nella lista cliccando sul link seguente: prodotti
ATTENZIONE! Questi prodotti possono anche essere molto tossici e dannosi per la salute e per l'ambiente. Meglio quindi affidarsi nell'uso degli stessi ai consigli e all'intervento di un professionista del settore.

Osservazioni

Facilmente confondibile con le macchie a forma di dollaro (Sclerotinia homeocarpa) e le macchie rosa (Limonomyces roseipellis).

Piante ospiti
Graminacee da tappeto