Partners

 

 

Uso e manutenzione dell'irroratrice

L'applicazione della poltiglia può essere eseguita solo con un'irroratrice perfettamente regolata e adatta alla coltura.

L'apparecchio deve essere regolarmente revisionato e controllato dall'utilizzatore.

Il metodo «Caliset» permette di realizzare un controllo semplice dei principali parametri in modo da ottimizzare l'applicazione.

Tutti i tipi di applicazione che espongono al trattamento stesso l'utilizzatore, necessitano l'uso di un completo di protezione integrale, di una maschera, occhiali e stivali.

 

Protezione delle acque

L'uso di prodotti fitosanitari è proibito nelle zone di captazione dalla falda freatica e dalle sorgenti (zone S I), all'interno e in prossimità di torbiere, di acque superficiali (ruscelli, fiumi, stagni, laghi), di siepi e boschetti, sui bordi di campi. In prossimità di acque superficiali si deve rispettare una distanza di sicurezza minima di tre metri. Con l'entrata in vigore della nuova Ordinanza sui pagamenti diretti (OPD) del 1.1.2008, questa distanza è stata estesa a 6 m per tutte le nuove piantagioni. In funzione della loro tossicità, certi prodotti sono omologati portando il commento «non in prossimità di acque superficiali» oppure «a una distanza di sicurezza minima di almeno 10 metri da acque superficiali». Queste distanze sono indicate sulle etichette del prodotto, vale a dire a 6 m, 20 m, 50 m o più.

La deriva dei prodotti può essere una sorgente di contaminazione di acque superficiali e può largamente essere limitata usando degli ugelli bifluidi (antideriva), pannelli per il recupero della poltiglia, così come con la costruzione di una separazione (siepe, reti antigrandine) tra la coltura e il corso d'acqua. L'applicazione di misure antideriva conformemente alle direttive dell'UFAG permette di ridurre la distanza di sicurezza.

E' da rilevare che le acque stagnanti sono più sensibili di quelle di un corso d'acqua o di un grande lago.

 

Rischi indiretti (allergie cutanee)

Un certo numero di prodotti può provocare a persone sensibili delle allergie cutanee. Questi prodotti (chlorothalonil, dithianon, fluazinam) dovrebbero essere applicati solamente quando non vi è un'alternativa. In caso di uso, evitare il contatto con la coltura per almeno 48 ore dal trattamento. Il rischio sussiste soprattutto per le operazioni in verde, per le quali è indispensabile l'uso di guanti, se eseguite prima di questo termine.